Fimap e l’impegno per un futuro a zero emissioni

La responsabilità verso l’ambiente è un tema che si intreccia con la storia di Fimap da sempre. Poiché l’uso di risorse naturali nell’ambito della pulizia è imprescindibile, la loro salvaguardia, ha occupato sin dall’inizio un ruolo decisivo nella progettazione dei prodotti e nello sviluppo delle tecnologie e dei servizi. Crescendo, l’azienda ha continuato a sviluppare progetti a salvaguardia dell’ambiente, consapevole che la crescita comporta inevitabilmente delle responsabilità, verso il pianeta che abitiamo e verso chi sceglie Fimap e vi ripone la sua fiducia.

Negli ultimi anni, le attività a sostegno dell’ambiente sono confluite nel progetto Let’s be a Zero: un invito, un’esortazione a partecipare ad un cammino verso un futuro verde. Una provocazione in cui essere a zero è un punteggio di cui essere orgogliosi, lo zero a cui si vuole puntare è quello delle emissioni, della neutralità carbonica.

È un modo per dichiarare la propria missione ma anche la volontà di invitare tutte le parti coinvolte a prendervi parte, i fornitori, la rete di distribuzione, le imprese e gli utilizzatori, così da mettere in atto azioni in più direzioni, da attuare sia all’interno e all’esterno dell’azienda, che prima, durante e dopo il prodotto. Questo perché per ottenere risultati concreti nella riduzione delle emissioni non si può intervenire solo su un settore, è essenziale uno sguardo più ampio, un approccio globale che considera tutti gli aspetti, strategici e operativi, dall’inizio alla fine del processo, dall’idea del prodotto, al termine del suo utilizzo. 

Dall’economia circolare alla CFP
Tutto inizia con uno stile di progettazione costruito sui principi dell’economia circolare, con l’obiettivo di estendere la vita utile del prodotto e ridurre i rifiuti al minimo. La conseguenza è una valorizzazione che abbraccia le tre fasi del ciclo di vita: la fase di upstream ovvero la nascita, il fulcro, il core, ovvero il momento in cui esercita le sue funzioni, e infine il downstream, la fase finale.
In quest’ottica, un approccio sostenibile implica scelte che vanno dalle materie prime, passano per la produzione e la logistica, arrivano all’uso e alla manutenzione, per poi concludersi con lo smaltimento e il riciclo. 
Con una selezione consapevole dal principio, una volta che il prodotto ha terminato la sua funzione, i materiali di cui è composto possono essere reintrodotti e riutilizzati, generando ulteriore valore. Nella fase d’uso, la tecnologia diventa il fattore chiave per un approccio alla pulizia più consapevole, che non basa la sostenibilità su una mera riduzione dei consumi, ma propone un uso intelligente delle risorse, un monitoraggio da remoto delle prestazioni, manutenzione preventiva, formazione, programmi di pulizia su misura e configurazione personalizzata della macchina. 

Così sono nate le lavasciuga pavimenti della gamma Performance, progettate in funzione di una nuova visione del pulito, che punta alla sostenibilità in modo scientifico e che permette di rispondere a tutte le richieste dei CAM 2021. Fimap è infatti in grado di proporre la soluzione a tutti i requisiti dei Criteri Ambientali Minimi grazie alla combinazione perfetta di prodotti e di servizi fornita dal Metodo Fimap, con cui si realizza una gestione funzionale della macchina, che offre vantaggi per ogni cantiere in termini di operatività, produttività ed efficienza.
Le lavasciuga pavimenti della gamma Performance sono progettate per poter essere configurate secondo le esigenze effettive dei cantieri, operazione per cui Fimap fornisce una consulenza in loco. Possono memorizzare diversi programmi di pulizia perché vengano rispettati i risultati ed i consumi previsti per gli interventi, riducendo al minimo le possibilità di errore di impostazione da parte degli utilizzatori. Questi ultimi possono affidarsi ai video tutorial integrati che forniscono formazione costante sull’uso e la manutenzione corretta, proteggendo la macchina da usi impropri. Vengono proposti piani di manutenzione preventiva adeguati all’uso, per mantenere l’efficienza nel tempo e prolungare la vita utile del prodotto. 
Sono modelli che permettono una gestione sistematica della pulizia e un controllo da remoto basato su dati reali forniti dalle macchine stesse, grazie al sistema di monitoraggio delle flotte FFM – Fimap Fleet Management. Conoscere i dati consente di intervenire in modo mirato per ottimizzare l’uso delle risorse e delle batterie, realizzare dei piani di miglioramento continuo delle prestazioni e assicurarsi un corretto uso della macchina.

Con queste caratteristiche le lavasciuga pavimenti Fimap di ultima generazione sono diventate le prime al mondo ad aver conseguito la certificazione CFP tramite Systematic Approach, secondo UNI EN ISO 14067:2018. 
L’ottenimento della CFP Systematic Approach certifica un processo di valutazione per il calcolo della CO2e emessa per m2 pulito, che consente di calcolare anche l’impronta di un intervento di pulizia, così da poter attivare opportune procedure per migliorare progressivamente le prestazioni e compensare l’emissione arrivando così all’impatto zero.

È così che il percorso verso lo zero che inizia all’interno di Fimap arriva all’esterno, portando benefici a tutti gli interlocutori. Coinvolge il distributore, che può rivolgersi con successo a clienti più strutturati, aumentare la propria competitività e fornire oltre al prodotto servizi correlati con cui può ottimizzare la gestione dell’assistenza e di conseguenza ridurre i costi. L’impresa ha l’opportunità di efficientare gli interventi e di inserire nella sua politica ambientale un pulito di qualità che riduce le emissioni di CO2. Tutti i clienti possono contare su progetti di meccanizzazione dei cantieri realizzati su misura, con cui ridurre e controllare i costi e avvalersi di un supporto specializzato basato su consulenza e formazione con cui garantirsi un miglioramento costante dei risultati e delle prestazioni.
Numero Verde

Organizzazione Certificata Q.C.B Italia:
ISO 9001:2015,
ISO 14001:2015,
ISO 45001

Organizzazione certificata SGS:
SA 8000:2014

Organizzazione certificata ICMQ:
ISO 14067:2018

Fimap S.p.A.
Via Invalidi del Lavoro, 1
37059 S.Maria di Zevio - Verona - ITALY
Tel. +39 045 6060411
Fax +39 045 6060417